Sono stati sorpresi con 40 chili di vongole appena pescate dal Lago di Fogliano. Era notte quando i carabinieri della Forestale sono intervenuti nel corso di un mirato servizio di controllo del territorio in una tra le oasi più belle della provincia di Latina. Due uomini, entrambi residenti nel capoluogo pontino, sono stati denunciati con l'accusa di furto aggravato ai danni dello Stato e poi nei confronti dei due pescatori è scattata una sanzione per aver violato il Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri in materia di Covid 19. Infine sono stati verbalizzati con una sanzione amministrativa di mille euro. L'operazione è scattata quando era notte e il personale della stazione di Fogliano, diretto dal maggiore Katia Ferri e coordinato dal comandante Giannantonio Baratto, ha sorpreso i due uomini sulle sponde del Lago, all'altezza di Foce del Duca, a due passi da Rio Martino. I due uomini avevano l'auto a poca distanza da dove stavano prendendo le vongole e sono stati fermati e sanzionati. La scelta del periodo in cui pescare non è certamente casuale, proprio in questi giorni infatti per il tipo di ecosistema nel Lago di Fogliano ci sono moltissime vongole che si riproducono e sono considerate anche molto pregiate. Gli esperti infatti sostengono che siano di ottima qualità per un prezzo al chilo sul mercato parallelo che oscilla tra i 20 e i 25 euro. Le vongole sono state sequestrate e poi ributtate in acqua.