Tra i tanti temi che il candidato sindaco di Fratelli d'Italia - Alleanza Nazionale, Massimiliano Giordani, sta affrontando in questa campagna elettorale per le elezioni amministrative di Ardea, spiccano sicuramente quelli legati all'ambiente e al sociale.
«Puntiamo - spiega Giordani nel suo programma - al recupero del gap di servizi per il risanamento igienico-ambientale del territorio in tutte le sue frazioni, cioè Montagnano, Villaggio Ardeatino, Villaggio Valle Gaia, Pian di Frasso, Nuova Florida, Ardea centro, Banditella, Marina di Ardea, Tor San Lorenzo, Nuova California, Consorzi a mare, Lido dei Pini e Colle Romito, con la copertura al 100% delle reti idriche e fognarie».
In più, Giordani punta a un progetto speciale per recuperare a livello urbanistico e sociale la zona delle Salzare, ma anche a sviluppare dei parchi urbani per valorizzare ogni quartiere.
Dal punto di vista del sociale, invece, l'aspirante sindaco propone una mappatura di tutte le principali criticità del territorio, al fine di dare vita a un'assistenza completa nei confronti di chi ha più bisogno, «a partire da un sostegno economico», per poi arrivare anche agli aiuti in merito a trasporti, sanità e valorizzazione professionale. «Importante, per noi - spiega ancora Giordani nel programma - sarà l'attività di partecipazione con la consulta per l'handicap al fine di abbattere tutte le barriere architettoniche. Vogliamo anche creare dei percorsi speciali di solidarietà per gli esodati, ma anche per tutti gli ardeatini che, agli occhi dello Stato, sono inclusi tra i ‘ricchi' solo perché proprietari di casa, ma hanno difficoltà a vivere perché sono senza lavoro». E poi: sostegno alle politiche giovanili, potenziamento dei servizi sanitari e un progetto, insieme ai medici di medicina generale, che consenta il trattamento dei codici verdi direttamente sul posto.