A Roccasecca incontra i 300 operai di Ideal Standard che rischiano il posto di lavoro. Qui a Terracina, che non è zona di industrie, il leader della Lega Matteo Salvini sceglie il cuore del porto: l'asta del pesce e i suoi pescatori. Economia e lavoro, questo il mantra dell'aspirante premier della coalizione di centrodestra in via di costruzione, che ieri è arrivato nella città del suo referente per il Lazio, Francesco Zicchieri. Per lui, gli operatori della filiera ittica erano tutti in attesa nei locali della cooperativa La Sirena, dove ogni giorno la materia prima che viene dal mare viene pesata, valutata e venduta. Tanti operatori del settore, balneari che attendono una parola sulla Bolkestein, gente comune. «Faremo una battaglia in Europa contro leggi demenziali, a difesa del Made in Italy», ha detto. «Su agricoltura e pesca ci hanno svenduti». E sulle divisioni più prettamente locali tra Fdi e Lega, in apparente controtendenza sui tentativi di coalizione a livello regionale e nazionale: «Zicchieri ha fatto una scelta coerente lasciando la poltrona in maggioranza. Il sindaco è stato incoerente sul tema dell'immigrazione».