Gli apriliano dovranno tornare alle urne il prossimo 24 giugno per scegliere chi tra Domenico Vulcano e Antonio Terra sarà il prossimo sindaco. Al primo turno nessuno ha avuto la maggioranza del 50% più uno dei voti e dunque bisogna andare al ballottaggio. Vulcano, sostenuto dalla coalizione di centrodestra, ha conquistato il 37,83% dei voti, Antonio Terra si è fermato al 31,88%. Terzo Giorgio Giusfredi sostenuto da Pd e civiche con il 19,71%. Carmen Porcelli  ha ottenuto il 6,66% mentre Angelo Casciano e Roberto D'Agostini si fermano rispettivamente al 2,21% e 1,70%

Ad Aprilia si va verso il ballottaggio tra Domenico Vulcano e Antonio Terra. E' questo che sta uscendo dalle urne, quando è ancora in corso lo scrutinio. Con 21 sezioni scrutinate (sulle 52 totali) in testa c'è il candidato del centrodestra  di quattro punti percentuali (39,32% e 4960 voti per lui contro i 4365 voti pari al 34,61% di Terra). Un dato parziale, destinato a oscillare tutta la notte visto che all'appello mancano ancora più della metà delle sezioni, ma che non mette in dubbio il ballottaggio tra il sindaco e il candidato del centrodestra.Il terzo incomodo, l'ex dirigente scolastico Giorgio Giusfredi (Pd, Lista Giusfredi, Progetto per Aprilia, Aprilia Futura), è piuttosto distante (17,89%); più staccati il consigliere comunale uscente Carmen Porcelli (Primavera Apriliana, Cambiamenti, La Città degli Alberi e Unione nei Valori) al 5,38%, Angelo Casciano della Democrazia Cristiana (1,41%) e Roberto D'Agostini di Potere al Popolo (1,38%).