A seconda dell'esito del ballottaggio in programma il 24 giugno ad Aprilia, potrebbero profilarsi due diversi scenari in consiglio comunale. Nel caso fosse vincesse Antonio Terra, 4 seggi spetterebbero ala lista Terra che ha ottenuto il 7,95% con 2256 voti (Omar Ruberti, Michela Biolcati Rinaldi, Ilaria Iacoangeli, Giuseppe Petito); 4 a Forum per Aprilia (Pasquale De Maio, Vittorio Marchitti, Luana Caporaso e Fabio Di Leonardo), 2 seggi a Unione Civica (Lanfranco Principi e Marco Moroni), 2 ad Aprilia Domani (Bruno Di Marcantonio e Mauro Fioratti Spallacci), 2 a L'Altra Faccia della Politica (Fancesca Barbaliscia e Angelo Zanlucchi) e 1 alla Rete dei Cittadini (Alessandra Lombardi). All'opposizione i candidati sindaco Giorgio Giusfredi e Domenico Vulcano, 2 seggi alla Lega, partito più votato con il 13,19%, Roberto Boi e Francesca Renzi, uno a Fi (Fausto Lazzarini), uno alla lista Vulcano (Matteo Grammatico), uno ad Aprilia Valore Comune (Vincenzo la Pegna), una alla lista Giusfredi (Davide Zingaretti) e uno del Partito Democratico (Giovannini).

Se vincesse Vulcano alla Lega spetterebbero 6 seggi (Boi, Renzi, Salvatore Lax, Bruno De Luca, Dania Zattoni e Arnaldo Cocilova), 3 a Forza Italia (Lazzarini, Carmelo Terzo e Giuseppe Gabanella), 2 alla lista Vulcano (Grammatico e Giustino Izzo), 2 ad Aprilia Valore Comune (La Pegna e Rita Zanchi), 1 a Noi per Aprilia (Giovanni Raffa), 1 a Fratelli d'Italia Edoardo Baldo; all'opposizione Terra, 2 della lista Terra (Ruberti e Petito), 1 di Forum (De Maio), 1 di Unione Civica (Principi), 1 di Aprilia Domani (Di Marcantonio) e lasciando invariati i 3 seggi che spettano al centrosinistra. Sembrerebbe fuori dai giochi, per pochi voti, la candidata sindaco Carmen Porcelli.