Il dirigente scolastico Maria Nostro saluta l'istituto comprensivo Gramsci e va in pensione dopo oltre 40 anni di insegnamento. E lo fa con una conferenza stampa di saluto dove non sono mancati i momenti di commozione e di soddisfazione per i risultati di una carriera professionale, iniziata 42 anni fa. Maria Nostro è arrivata ad Aprilia nel 1987 con il ruolo di docente, successivamente è divenuta preside tramite concorso ottenendo il primo ruolo in Abruzzo, a Guardiagrele. Ha fatto  ritorno nel Lazio dirigendo anche a Pomezia e Velletri, poi dal 2000 è tornata ad Aprilia dirigendo l'istituto comprensivo Matteotti (fino al 2007) e dal 2007 a oggi l'istituto comprensivo Gramsci.
Durante la conferenza, alla quale hanno partecipato anche il sindaco Antonio Terra e l'assessore all'Istruzione Francesca Barbaliscia, la dirigente scolastica ha risultato i tanti progetti portati avanti in questi anni: in particolare l'attività «Scuole unite contro la dislessia». Ma una menzione speciale è arrivata anche per il corso di giornalismo web (ieri in conferenza erano presenti anche i giovani reporter dell'istituto), la didattica digitale e i laboratori di robotica. «Dal punto di vista professionale sono tante le persone che voglio ringraziare, a partire dai colleghi del team. Ogni anno - dice Maria Nostro - è emerso un docente per la sua peculiarità, insieme abbiamo vinto tanti premi. Ma ha trovato anche tanta collaborazione dall'amministrazione comunale, insieme a loro negli ultimi cinque anni abbiamo condivise problematiche e ipotesi. Mi porto a casa tutta questa collaborazione e la voglia di tornare alle passione di un tempo, come se non fosse passato tutto questo tempo. A 15 anni mi piaceva dipingere, mi piaceva suonare il piano, può darsi che adesso ricomincerò...».