Sembra un film già visto, quello che è andato in scena ieri durante la seduta del Consiglio di amministrazione di Acqualatina. Esattamente come tre anni fa alcuni dei componenti del Cda appena nominati dalla parte pubblica sono finiti nell'occhio del ciclone, con uno scontro di cui ancora non si conoscono le ragioni, che ha però visto contrapposti parte pubblica e parte privata. Alla fine due consiglieri, Rossella Rotondo e Alessandro Cerilli pare abbiano minacciato le dimissioni. Insomma, un terremoto.
Ieri in agenda c'era il primo consiglio di amministrazione, quello nel corso del quale i nuovi componenti del Cda dovevano insediarsi e assumere il mandato. Ma a quanto pare sono stati i revisori dei conti a sollevare alcune eccezioni, sembra di natura squisitamente tecnica.
Ne è nato uno scontro piuttosto pesante in cui sono finiti per contrapporsi socio pubblico e socio privato. I consiglieri di amministrazione Cerilli e Rotondo avrebbero anche minacciato di dimettersi dall'incarico, tanto che ieri sera sembrava certo il passo indietro dell'ex direttore dell'Agenzia delle Entrate di Latina.