"No al circo con gli animali", con uno striscione comparso l'altra notte al parco Friuli e in altri punti della città i militanti di Casapound Aprilia protestano contro la presenza di circhi con animali in città.  "Nella nostra azione - dichiara la nota del movimento - è finito nel mirino il 'Circo di Vienna' che dalla scorsa settimana ha aperto i battenti in via Ugo La Malfa. Ci rivolgiamo al neo sindaco Antonio Terra - continua Michele Corbo, responsabile locale del movimento - affinché metta immediatamente in agenda l'emissione di un'ordinanza che vieti lo stanziamento sul territorio comunale di queste carovane di sofferenza e sfruttamento. Carovane che inoltre vengono sistematicamente stanziate in zone della città che già hanno a che fare quotidianamente con il degrado, come quella della parallela via Enna e che devono subire anche i tappeti di rifiuti che ogni volta il circo lascia in loco".

Per questo i militanti di Casapound incalzano.  "È inaccettabile - concludono  - che nel 2018 si debba essere ancora spettatori di queste situazioni dove gli animali non sono altro che oggetto di sfruttamento per fini puramente economici che nulla hanno a che fare con la loro natura. Ora, chi in campagna elettorale ha parlato della tutela degli animali e dell'ambiente è chiamato ad intervenire. Aprilia ha già molte emergenze sociali, economiche ed ambientali, non possiamo permetterci questa ennesima speculazione".