Il Governo giallo verde si spacca sulla nomina del futuro presidente dell'Ente Parco Nazionale del Circeo. Infatti, durante la Commissione Ambiente e Territorio al Senato, la Lega ha votato contro la proposta del ministro Costa, che prevedeva come nuovo presidente il generale dei carabinieri Antonio Ricciardi. " Per il Parco del Circeo così come per tutti gli altri parchi stiamo procedendo alle nuove nomine dei presidenti, come ampiamente annunciato - ha dichiarato il ministro Costa - Stiamo valutando decine di curricula e la logica per la scelta e per procedere alla nomina è una sola: la massima competenza unita al massimo rigore. Non accetteremo diktat e respingeremo i tentativi di far nominare persone non adeguate a questo ruolo così importante e delicato. Stiamo avviando un confronto positivo con le Regioni, con le quali firmare l'intesa, le realtà territoriali, le comunità Iocali, gli ambientalisti. I Parchi sono da tutelare e proteggere e sono un patrimonio essenziale per tutto il Paese. La politica ha il compito di nominare i migliori presidenti per la loro gestione". Duro il senatore del Pd Ferrazzi: "È ormai evidente che Lega e i 5Stelle fanno la guerra su tutto e a pagare sono gli italiani. Sia chiaro, Ricciardi era un nome di indiscutibile profilo, ma ormai il livello di guerriglia tra i due partiti di governo sta immobilizzando tutto".