L'ex sindaco Fabio Fucci, insieme ai colleghi del gruppo consiliare di "Essere Pomezia" - ossia Massimo Abbondanza ed Emanuela Pecchia - ha presentato all'amministrazione comunale pometina due proposte per l'area Ex Pettirosso.

La prima riguarda il complesso edilizio che sorgerà al posto dello scheletro in demolizione nella zona di via Alcide De Gasperi. «Vogliamo sostenere - spiega Fucci - le famiglie italiane in emergenza abitativa. Su richiesta del Comune di Pomezia e della proprietà del lotto e dell'immobile di via De Gasperi, a febbraio del 2018 la Regione Lazio ha concesso il nulla osta all'abbattimento del manufatto incompleto. Al posto dello scheletro, che deturpava l'immagine e il decoro dell'area, nasceranno nuovi immobili di edilizia residenziale a opera del privato proprietario del lotto di terreno. Essere Pomezia chiede al sindaco di stipulare una convenzione con il privato per garantire la cessione al Comune di una quota degli appartamenti che saranno realizzati, da destinare alle famiglie italiane in difficoltà economica che non hanno un tetto sopra la testa. Sono tanti i cittadini costretti a sopravvivere in luoghi di fortuna, scantinati, automobili. È a loro che vogliamo dare risposte ed è compito del primo cittadino fronteggiare l'emergenza abitativa».

La seconda proposta, invece, riguarda chi attualmente vive nelle altre palazzine del complesso Ex Pettirosso: «Chiediamo il cambio di destinazione d'uso degli immobili. Tale azione amministrativa consentirebbe ai residenti di avere la certezza di essere proprietari di immobili regolari sotto il profilo urbanistico ed edilizio. Chiediamo al sindaco un impegno a definire il tutto entro marzo 2019».