Erano tantissimi a Piana delle Orme questa sera per ascoltare Matteo Salvini. Il leader della Lega, vicepremier e ministro dell'Interno è arrivato con leggero ritardo sul palco allestito a Borgo Faiti dove ad introdurre la serata hanno pensato Claudio Durigon, sottosegretario al Lavoro e Francesco Zicchieri, coordinatore regionale della Lega e deputato. Sul palco anche il candidato alle elezioni Europee Matteo Adinolfi.

Matteo Salvini ha affrontato dal palco tutti i temi più importanti realizzati dal Governo in questi mesi, dalla legittima difesa allo stop imposto all'immigrazione, passando per le scelte di politica economica come Quota 100. Salvini ha rilanciato il tema della Flat Tax ma ovviamente poi ha concentrato la sua attenzione sull'Europa. "Conquisteremo l'Europa vincendo queste elezioni. Daremo un segnale ai burocrati di Bruxelles. L'Italia rialza la testa". E ancora: "La sinistra sta scomparendo dall'Europa perché rappresenta il passato. Noi siamo il futuro, vinceremo e comanderemo in Europa". 

Riferito alle frizioni interne alla maggioranza di Governo è stato laconico: "Io non ho paura di nulla ma non facciamo più sconti a nessuno". Poi ha rilanciato la raccolta firme sulla castrazione chimica, l'uso del grembiule a scuola e ha detto di essere felice "di stare a fare un comizio a Latina invece che in Tv da Fabio Fazio che guadagna troppi soldi, con lo stipendio pagato dagli italiani".