"La Roma-Latina è giunta ad un punto cruciale. La Regione predisponga un piano straordinario per la realizzazione dell'opera o l'autostrada non si farà più". Giuseppe Simeone, consigliere di FI e presidente della commissione Sanità, politiche sociali, integrazione sociosanitaria e welfare della Regione Lazio, interviene sulla Roma-Latina, annunciando la presentazione di una mozione in aula. "L'infrastruttura deve partire entro la scadenza del vincolo preordinato all'esproprio, altrimenti ogni sforzo rischia di essere vanificato -sottolinea Simeone- la reiterazione del vincolo preordinato all'esproprio avvenuta con delibera del Cipe del 25 ottobre 2018, è strumento di fondamentale importanza per la realizzazione dell'opera: alla scadenza di tale vincolo infatti, non solo sorgerebbero ulteriori ostacoli, ma verrebbe meno definitivamente la possibilità dell'occupazione d'urgenza. La realizzazione del Corridoio intermodale Roma-Latina e della Bretella Cisterna-Valmontone non è una opzione, deve essere realtà. Sono trascorsi tanti, troppi anni e, purtroppo, i cantieri non sono ancora stati aperti. Eppure l'autostrada sarebbe strategica per la mobilità delle persone e delle merci e per la competitività dei territori interessati. Le imprese pontine, prive di collegamenti rapidi e sicuri, non hanno più ossigeno per andare avanti. Il ritardo accumulato tra corsi e ricorsi, polemiche a volte strumentali, si è tradotto in una ferita aperta nel tessuto imprenditoriale di un territorio tagliato fuori con il resto del Paese e con l'Europa. La Pontina d'altronde non è più una strada adeguata a sostenere il carico di traffico a cui è sottoposta soprattutto sotto il profilo della sicurezza. Occorre dunque agire in fretta. Proprio per questo è stata depositata nella giornata di oggi una mozione del gruppo di Forza Italia con il sottoscritto primo firmatario, che impegna Il Presidente della Regione Lazio e l'Assessore competente a porre in essere, senza ulteriore indugio, ogni misura ed azione necessaria volta alla realizzazione dell'autostrada Roma-Latina e della bretella Cisterna-Valmontone, previo riferimento al Consiglio Regionale in merito alla tempistica e alla modalità con cui intendono procedere. Urgono risposte e senza ulteriori rinvii. Solamente pochi mesi fa la giunta regionale si è impegnata a mettere in atto, presso il Governo e i Ministeri competenti in materia, tutte le azioni necessarie per il mantenimento della piena disponibilità del finanziamento statale previsto, pari a 980 milioni euro, indispensabile per la realizzazione di questa opera. Adesso non c'è più tempo da perdere. O si vara un piano straordinario o l'infrastruttura non verrà mai alla luce".