A distanza di oltre due mesi dall'ingresso in Fratelli d'Italia di Vincenzo La Pegna e Matteo Grammatico ancora non è stato costituito il gruppo consiliare di FdI. Un ritardo, quello accumulato dai due consiglieri nel formalizzare l'ingresso al presidente del Consiglio comunale, che rischia ora di alimentare polemiche.  A fine marzo la loro adesione al partito era stata «benedetta» in una conferenza dal senatore Nicola Calandrini e del vice portavoce regionale Enrico Tiero, in quella conferenza venne spiegato a breve sarebbe stato costituto il gruppo in Consiglio. Eppure ciò non è ancora avvenuto, malgrado i due abbiano già iniziato a firmare comunicati a nome di Fratelli d'Italia e nonostante diversi solleciti verbali del presidente del Consiglio comunale, Pasquale De Maio. Certo, in mezzo c'è stata una campagna elettorale che ha distolto tempo ed energie al gruppo di FdI, ora però non ci dovrebbero essere ostacoli ad assolvere a questo formalismo. Dietro questo ritardo tuttavia può esserci dell'altro: per esempio un riequilibrio nella composizione delle commissione tra le forze d'opposizione oppure (più probabile) un problema di equilibri interni nel partito di Aprilia.