«Il rischio è dentro di noi, dentro Forza Italia: non riusciamo a riorganizzarci. E, senza una riorganizzazione vera, pensare al rilancio è impossibile». Non usa giri di parole Claudio Fazzone, senatore e coordinatore regionale di Forza Italia. E per essere ancora più chiaro, aggiunge: «Queste cose le ho dette direttamente al presidente Silvio Berlusconi, ma registro che non è successo nulla». Il punto è tutto politico: il nuovo partito di Matteo Renzi, Italia Viva, rappresenta in ogni caso un problema per Forza Italia. Non soltanto perché va ad occupare lo stesso spazio al Centro del panorama politico, ma anche perché può rappresentare un'alternativa anche per chi non nasconde dubbi e malumori nelle file "azzurre". Fazzone però delimita immediatamente il campo: «Tra Salvini e Renzi scelgo sempre Salvini». Il filo conduttore del ragionamento è questo.
Fazzone parteciperà alla tre giorni di Antonio Tajani, l'Italia e l'Europa che vogliamo. La rassegna si apre oggi e si concluderà domenica con l'intervento di Silvio Berlusconi.