AbbVie è l'azienda farmaceutica con la miglior reputazione in Italia. La società, che vanta uno stabilimento a Campoverde con 1300 dipendenti, ha ottenuto un altro importante riconoscimento, salendo al primo posto nella classifica di Italy Pharma RepTrak 2017; una graduatoria stilata da Reputation Institute (leader internazionale nella misurazione della reputazione di oltre 7 mila aziende nel mondo).
L'azienda biofarmaceutica ha raggiunto uno score di 76,5 collocandosi nella fascia reputazionale «forte» e riporta i punteggi più elevati in tutte le sette dimensioni «razionali» che concorrono alla valutazione: prodotti e servizi di qualità, innovazione, ambiente di lavoro, governance intesa in termini di correttezza e trasparenza, responsabilità sociale e ambientale, leadership e performance. «Accogliamo con soddisfazione questo risultato che riconosce il nostro impegno - commenta Fabrizio Greco, amministratore delegato di AbbVie Italia - a rendere disponibili trattamenti sempre più efficaci e servizi di qualità a sostegno dei pazienti. Accanto a farmaci biologici per malattie infiammatorie autoimmuni, offriamo terapie innovative per la cura dell'epatite C e a breve trattamenti all'avanguardia in campo oncologico. Si tratta di una valutazione positiva confermata anche dalla recente indagine condotta in Italia da Patient View, che vede salire AbbVie al secondo posto nella classifica delle aziende farmaceutiche con la migliore reputazione dal punto di vista delle associazioni pazienti».
Il polo produttivo di AbbVie in Italia si contraddistingue per gli importanti risultati conseguiti in termini di riduzione dell'impronta ambientale ed efficienza energetica. A sottolinearlo è il direttore di stabilimento AbbVie Italia. «Siamo riusciti - ha spiegato Francesco Tatangelo - ad abbattere in 10 anni del 40% l'utilizzo di acqua di falda, mantenere l'impegno di zero rifiuti inviati in discarica e destinarne oltre l'80% al recupero».