«Lo stato di degrado in cui versano molti luoghi della nostra città è intollerabile e indegno di un'amministrazione che ha a cuore il bene comune». Esordiscono così i consiglieri comunali Massimiliano Carnevale e Giovanna Miele sulla vicenda degli spazi dell'ex bar, dei bagni pubblici e della casa del custode del mercato del martedì lasciati nel degrado alla mercè di occupanti abusivi, come mostrato nell'ultimo servizio di Latina Oggi. Si tratta di una vicenda annosa che si trascina da oramai troppo tempo. I consiglieri hanno sollevato il problema più volte nelle commissioni consiliari ma senza che nulla sia stato fatto. «Nonostante il sindaco Coletta e molti dei suoi assessori e consiglieri comunali si affannino nel dipingere una città ben amministrata e curata - dicono o i risultati della loro azione amministrativa sono sotto gli occhi di tutti. Già tre mesi aveva sollecitato per l'ennesima volta in commissione la necessita di riqualificare e affidare con un bando quell'area, magari insieme ad un suoperfice dove realizzare un parco Robinson per i più piccoli, in modo da sottrarla a chi ne ha fatto rifugio e luogo di disperazione. Purtroppo i nostri appelli continuano a rimanere inascoltati. Così come continua a rimanere al palo un piano del commercio che potrebbe dare nuovo slancio agli operatori economici del mercato settimanale. Purtroppo, le promesse e gli impegni mancati da parte di questa amministrazione si contano ogni giorno di più». Per i consiglieri è inconcepibile che venga lasciato abbandonato a se stesso l'anfiteatro accanto al comando della Polizia Municipale «dove ogni volta che piove si formano ristagni d'acqua anche di un metro e mezzo, con grave rischio per l'incolumità pubblica e dei bambini in particolare. Ed è impensabile - concludono - continuare a lasciare nel più totale degrado urbano un'area importante come quella del mercato settimanale».