Avvisi di accertamento attributario, a Latina cambia il conteggio dei giorni per determinare la scadenza. Ad annunciarlo è il Comune stesso, che informa tutti i cittadini che hanno ricevuto l'avviso (Tari, Tares, Imu e Tasi). In sostanza, per tutti quegli avvisi la cui scadenza era  compresa tra il 9 e il 22 marzo 2020, per determinare la nuova data di scadenza bisognerà contari quanti giorni sono passati fino all'8 marzo e poi far ripartire il conto dal 23 marzo, fino ad arrivare al 60esimo giorno.

"Nel caso in cui l'inizio della decorrenza del termine di impugnazione ricada nel periodo compreso tra il 9 marzo e il 22 marzo 2020 il termine dei 60 giorni per impugnare l'Avviso di accertamento comincia a decorrere dal 23 marzo 2020 - spiega il Comune - Nel caso, infine, in cui il termine per impugnare abbia già avuto decorso prima del 9 marzo e sia destinato a scadere dopo il 22 marzo, il termine per impugnare rispetto alla sua scadenza ordinaria di 60 giorni, è posposto di 2 settimane. Si ricorda che ai sensi dell'art. 21 del d. lgs. n. 546/1992 "Il ricorso deve essere proposto a pena di inammissibilità entro sessanta giorni dalla data di notificazione dell'atto impugnato".

Esempio 1
Ho ricevuto Avviso di accertamento il giorno 16 gennaio 2020, il termine di 60 giorni per presentare l'impugnazione attraverso ricorso scadrebbe il 16 marzo 2020, tuttavia per la sospensione processuale, fino all'8 marzo si computano 52 giorni, poi il conteggio per i restanti 8 giorni che completano il termine di 60 riprenderà dal 23 marzo, per cui il termine per impugnare in questo caso scade il 30 marzo.

Esempio 2
Ho ricevuto Avviso di accertamento il giorno 10 marzo 2020, il termine di 60 giorni per presentare l'impugnazione attraverso ricorso scadrebbe il 9 maggio 2020, tuttavia per la sospensione processuale tale termine inizia a decorrere dal 23 marzo per cui il termine di 60 giorni entro il quale proporre tempestivo ricorso scade il 21 maggio 2020.

Esempio 3
Ho ricevuto Avviso di accertamento il giorno 14 febbraio 2020 per cui il termine di 60 giorni entro il quale posso impugnare con ricorso scadrebbe il 14 aprile 2020, tuttavia per effetto della sospensione processuale dei termini nel periodo compreso tra il 9 e il 22 marzo il computo si allunga di 14 giorni per cui la data finale entro cui impugnare è il 28 aprile 2020.