Sono partiti da qualche giorno i lavori di rifacimento delle strade extraurbane a Terracina. L'altra mattina il sindaco Nicola Procaccini e l’assessore all’Urbanistica Pierpaolo Marcuzzi (assente l’assessore ai Lavori pubblici Luca Caringi, che ha seguito l’iter in questi mesi di inizio legislatura, ma che si trovava a Norcia con le scuole a portare solidarietà alle popolazioni colpite dal sisma) hanno voluto annunciarlo direttamente lungo la Migliara 57, con l’asfalto ancora caldo. Gli interventi sono partiti aderendo a un finanziamento regionale nel 2012 che ha consentito di ottenere 400 mila euro dalla Regione, a cui l’ente comunale ha aggiunto ulteriori 488 mila euro dal bilancio proprio. In tutto 888 mila euro. Il bando è stato aggiudicato a una ditta di Monte San Biagio che ha presentato il 50% di ribasso sui materiali. «Le strade coinvolte sono le Migliare 56 e 57, via Caposelce e via Lestra Mattoni - ha spiegato Marcuzzi, titolare dei Lavori pubblici al momento del finanziamento - 12 chilometri di rifacimento stradale completo, a 40 anni dall’ultimo intervento». Le economie di asta, ha aggiunto Marcuzzi, saranno interamente utilizzate per la pezzatura di altre strade dissestate, e precisamente via Pileria, via risaia, via Gioietta, via Guardiola, le Macchie e via Circondariale. «Sono i lavori stradali più importanti degli ultimi 10 anni», ha aggiunto il sindaco Procaccini, «per noi è stato uno sforzo mettere 488 mila euro dal bilancio comunale, ma era indispensabile in una città che ha un problema di salute delle proprie strade. Andremo avanti su questa strada». Procaccini ha voluto ringraziare tutti i tecnici, la ditta, l’assessore Caringi e gli operai che, dopo una breve pausa pranzo, hanno ripreso a lavorare.