Nei giorni scorsi, all'interno dei boschi del Parco dei Castelli Romani compresi fra Nemi e Velletri, il personale della riserva regionale di cui è commissario straordinario Sandro Caracci ha effettuato un sopralluogo al fine di verificare il luogo adatto in cui posizionare la nuova segnaletica che indica il percorso della Via Francigena.

"Prosegue la collaborazione tra l’ente Parco e il Comitato Via Francigena del Sud, per identificare il percorso ufficiale e dare ai visitatori la possibilità di seguire con continuità, la Via Francigena che si snoda nel territorio dei Castelli Romani. L'iniziativa - fanno sapere dal Parco - è stata avviata lo scorso settembre, nel tratto Castel Gandolfo - Nemi, utilizzando la tipologia di cartellonista autorizzata dall'AEVF (Associazione Europea delle Vie Francigene) e seguendo il percorso approvato dalla Regione Lazio. Va rimarcato che, essendo il logo del pellegrino un marchio registrato, non è lecito utilizzarlo al di fuori del percorso ufficiale senza apposita autorizzazione".

Di conseguenza, la nuova segnaletica prodotta dal Parco e conforme agli standard internazionali, sarà pronta per la fine di gennaio 2017 e verrà installata su tutto il percorso della Via Francigena che attraversa i Castelli Romani.