Tantissima Italia del remo a Duisburg, in Germania, negli Europei Under 23 con il primo posto nel medagliere finale, frutto di 5 ori, sei argenti e tre bronzi.

Il post Covid-19 per gli azzurri è iniziato, dunque, nel migliore dei modi e, bisogna dirlo, in queste 14 medaglie c'è anche un pizzico della nostra Sabaudia con il III Nucleo Atleti Fiamme Gialle di di stanza nella città delle dune, pronto a portare a casa due medaglie.
Partiamo con il nostro racconto di quanto accaduto nel weekend appena trascorso dalla splendida medaglia d'argento conquistata in doppio dalle gialloverdi Clara Guerra e Alessandra Montesano alla rassegna continentale Under 23, disputata, come detto, a Duisburg (GER) il 5 e 6 settembre scorso.

Le due azzurre, salite in barca insieme pochi giorni fa, hanno dovuto cedere il passo solamente all'equipaggio rumeno, vice campione del mondo in carica nella categoria assoluta.
La gara - Il doppio di Clara e Alessandra partiva bene e restava nel gruppo. Era durante la parte centrale della gara che le due atlete delle Fiamme Gialle cambiavano marcia e, superando la Germania in seconda posizione, si lanciavano all'inseguimento della Romania, in fuga sin dalle prime palate.

Nel finale, con l'argento in tasca, l'imbarcazione azzurra si avvicinava pericolosamente alle due rumene che resistevano andando a vincere il titolo europeo.

La seconda medaglie targata Fiamme Gialle arrivava dalla gara più difficile, quella delle ammiraglie.

L'atleta della Sezione Giovanile Emanuele Capponi, al timone dell'otto azzurro, conquistava la medaglia di bronzo.

Una gara al cardiopalma che ha visto transitare cinque imbarcazioni sulla stessa linea al primo 500 metri, con solamente la Germania fuori dal gruppo a condurre.

Per tutto il percorso, una lotta punta a punta tra Romania e Italia per la seconda posizione. Sul traguardo era l'imbarcazione rumena ad avere la meglio e ad aggiudicarsi l'argento per solo un secondo sugli azzurri.

Un successo Fiamme Gialle, ma soprattutto di squadra, quello arrivato dalla Nazionale under 23, seguita dai capi allenatori Spartaco Barbo e Benedetto Vitale.

Perchè nella prima grande manifestazione post Covid-19, l'Italia del remo a livello Under 23 ha piazzato in finale 17 equipaggi sui 19 iscritti.