Con verdetto unanime, ai punti, dopo sei riprese Fabio Cascone ha vinto il suo secondo match da professionista, anche stavolta al Cue Club. Il 30enne di Latina ha battuto Zoltan Horvath, ungherese esperto che ha boxato al limite del regolamento, usando tutti i trucchi possibili per cercare di resistere a un pugile più forte di lui. «Sapevo che Horvath sarebbe stato un avversario scorbutico, e così si è confermato - ha dichiarato Cascone - In alcuni tratti è stato anche difficile gestire il match, ma alla fine ho raggiunto il mio obiettivo».
Il Cue Club porta decisamente bene al boxeur pontino (sul ring allestito nel locale di viale Nervi aveva già vinto il derby contro il ciociaro Iacovissi), che ha potuto festeggiare il successo davanti a oltre 300 persone (la riunione è stata aperta da Francesco Malapena, tenore napoletano che ha incantato i presenti). «Vincere a casa è il massimo, c'erano i ragazzi del Leone Alato e tante altre persone che mi sostengono. Li ringrazio tutti. Ho provato sensazioni uniche che soltanto questo sport può dare».