La composizione dei gironi, con relativa formula, apre di fatto la nuova stagione dei campionati a squadre di tennis. Campionati che, nella serie B maschile, vedrà ai nastri di partenza per il secondo anno di fila il Ct Gaeta, pronto come non mai a far valere doti e potenzialità di una squadra salda nelle proprie radici, con l' aggiunta di qualche ritocco decisamente interessante. Il team diretto da Attilio Rubino farà parte del girone 4, insieme a Cagliari, Matelica, Arezzo, San Colombano, Viserba e Padova; proprio con la compagine veneta inizierà il percorso della squadra tirrenica nell' esordio casalingo programmato per il prossimo 14 aprile sui campi di Lungomare Caboto. A seguire, i gaetani sosterranno una doppia (e quantomai scomoda) trasferta in rapida successione in terra marchigiana a Matelica (25 aprile) ed a Cagliari (28 aprile); quindi, dopo il turno di riposo previsto dal calendario, doppio turno interno con Viserba ed Arezzo (26 maggio e 2 giugno), prima della sfida conclusiva del 9 giugno con i milanesi di San Colombano. Al termine del girone all'italiana, la prima classificata affronterà la vincente della sfida play off tra la seconda e la terza per il salto di categoria, l'ultima retrocederà direttamente, mentre la sesta classificata conoscerà la propria sorte dopo aver incontrato la perdente del play out tra la quarta e la quinta. "Partiamo per consolidarci dopo l'esperienza dello scorso anno" afferma Antonio Spicciariello, dinamico presidente del sodalizio tirrenico "il nostro primo obiettivo sarà senza dubbio quello di conservare questa importante categoria, ma ovviamente se dovesse venir fuori qualcosa di meglio saremo sicuramente pronti a cogliere eventuali occasioni". E per guardare ai propri obiettivi, il massimo dirigente ha affidato al coach Attilio Rubino una squadra che partisse dalle certezze acquisite nel tempo, che rispondono ai nomi di Lorenzo Rubino, Andrea e Luca Paciello, accanto ai quali si annuncia nuovamente come punta di diamante il bulgaro Aleksandar Lazov (classifica 2.2), 29enne mancino al suo secondo anno in riva al Tirreno. I valori aggiunti potranno senza dubbio essere lo spagnolo Roberto Carballes Baena, unitamente a Tomas Descarrega e Marcelo Fedrizzi, i quali non nascondono di poter essere la rivelazione di una compagine pronta a dire la sua.