Costa d'Orlando-Basket Scauri 70-79 (19-25; 22-13; 15-24; 14-17)
Irritec Costa d'Orlando: Ferrarotto, Arto, Balic 10, Spasojevic 5, Tamburrini 3, Di Coste 12, Scafidi, Bolletta 12, Fowler 21, Triassi, De Angelis 6, Gambarota 1. All. Condello.
Basket Scauri: Ciman, Richotti 15, Treglia, Melchiorri 5, Gallo 2, Granata 3, Moretti 26, Laguzzi 7, Milisavljevic 11, Longobardi 10. All. Fabbri
Arbitri: Venturini di Lucca- Bandinelli di Firenze
Grande vittoria del Basket Scauri che espugna il campo del Costa d'Orlando, ipotecando la salvezza. Una partita gagliarda degli uomini di coach Fabbri, il quale ha dovuto fare a meno per metà match di Longobardi, ma ha avuto in Moretti il suo miglior realizzatore. Una partita che si era messa bene per i biancazzurri, i quali hanno abbassato i ritmi nel secondo quarto. Poi la squadra, trascinata da capitan Richotti e da un Milisavljevic sempre più in crescita, ha imposto il proprio gioco, non concedendo ai locali la possibilità di imporsi. Il primo quarto era favorevole ai pontini, che partivano bene e ad oltre metà tempo guadagnavano ben dodici punti di vantaggio (6-18). Un avvio che ha disorientato i siciliani, il cui coach Condello, inseriva Di Coste e Fowler (micidiale nei tiri da tre punti), che fornivano un apporto rilevante, consentendo agli isolani di riportarsi sotto e chiudere a -6. E i due giocatori si rivelavano importanti anche ad inizio secondo quarto quando Costa d'Orlando effettuava il sorpasso e sempre grazie a Fowler, autore di cinque triple, si portava sul 33-29. Scauri reagiva e circa due minuti dalla fine riagganciava i locali sul 38 pari. Ma negli ultimi secondi erano ancora Bolletta e compagni che con un parziale di 3-0 andavano al riposo lungo sul 41-38. Al ritorno in campo lo Scauri perdeva Longobardi per infortunio, ma la squadra risaliva la china ed al 23' metteva la freccia (46-47) e poi incrementava il vantaggio fino a +8 (54-62) a 40 secondi dalla fine, che diventavano sei grazie a Di Coste. Nell'ultima frazione di gioco i locali prendevano in mano saldamente l'incontro e dopo pochi secondi andavano sul +10. C'era una timida reazione dei siciliani, ma Richotti e compagni allungavano sino al +14 e nonostante un tentativo di rimonta dei ragazzi di Condello portavano a casa una vittoria, che la squadra e la società dedicava al dirigente Paolo Mella, colpito dal grave lutto per la morte della madre. Una grande prova di carattere sul campo di una diretta concorrente, reduce dal successo su Reggio Calabria, ma lo Scauri, come del resto ha fatto anche nelle scorse gare, ha giocato con carattere, determinazione e qualità.