Il sogno diventerà realtà questa mattina. Secondo incontro, pioggia (prevista, purtroppo) permettendo, dalle ore 9. Parliamo degli Internazionali Bnl d'Italia, di Giulio Zeppieri e del suo esordio al Foro Italico per il primo turno delle Pre-qualificazioni.
«Sto bene, i dolori di Francavilla sono un lontano ricordo, me la voglio giocare sino in fondo, poi staremo a vedere come andrà a finire».
Di fronte a lui, al tennista pontino, una vecchia conoscenza, quel Turchetti già sconfitto lo scorso anno nell'Itf Futures di Gaeta.
Il desiderio, nemmeno tanto nascosto, è quello di giocarsi da oggi e sino a lunedì un posto tra i primi quattro giocatori di queste Pre-qualificazioni, che darebbe il diritto ad entrare, quantomeno, con una wild card nel tabellone delle "quali" e sognare, perché no a quel punto, un posto nel main draw di questa 76esima edizione degli Internazionali Bnl d'Italia.
«Un passo alla volta, anche se la fiducia c'è ed è tanta - ha spiegato lo stesso Zeppieri - A Francavilla ho avuto la riprova che me la posso giocare con tutti, staremo a vedere».
Provare a guardare più in là del proprio naso, non è affatto utopistico. Giulio Zeppieri, numero 513 dell'ultima classifica mondiale, vuole arrivare sino a Jannik Sinner, il talentuoso giovane italiano "figlio" dell'ennesimo miracolo tennistico targato Riccardo Piatti, numero 296 del ranking e semifinalista al Challenger di Ostrava, la città che ha dato i natali al grandissimo Ivan Lendl.
Sarebbe bello sul "Pietrangeli" assistere a questo match, ma prima Zeppieri avrà davanti due partite, la prima delle quali questa mattina contro Turchetti.
Intanto, però, ci godiamo questo momento storico per il tennis nostrano, che ha come comun denominatore la volontà di un ragazzo strappato al gioco del calcio e portato, attraverso la scuola, a giocare a tennis sui campi del Capanno Tennis Academy grazie all'intuito di una persona non certo nuova a queste imprese sportive, il suo coach Piero Melaranci.
Oggi, anche per lui, sarà un'emozione grande vedere il suo protetto giocare sui campi in terra rossa tra i più prestigiosi al mondo, secondi probabilmente soltanto a quelli del Bois de Boulogne a Parigi. Ma questa è un'altra storia, che a breve, ne siamo certi, apparterrà al nostro Zeppieri. Pronto, questa mattina, a bagnare il suo esordio agli Internazionali Bnl d'Italia.
«Emozionato? No, assolutamente - ha tagliato corto ieri il tennista di Latina - Sono contento di giocare al Foro Italico e spero di fare tanta strada in queste Pre-qualificazioni».
E questa mattina, tempo permettendo, non saranno pochi quelli che lo inciteranno in questa sua "missione" capitolina, la più importante della sua ancora "fresca" carriera.