Lo sport di base è anche e soprattutto questo: crescere giovani attraverso lo sport, in questo caso la canoa, nel rispetto del compagno di banco, prima di pensare, magari solo lontanamente, che possano diventare gli Antonio Rossi del futuro.
Al Terzo Nucleo Atleti Fiamme Gialle di stanza nella caserma "Spiridigliozzi" di Sabaudia, tutto questo, lo fanno da sempre ed è normale, poi, che pomeriggi di festa, come quello di mercoledì, nascano spontanei, finendo con il fare presa sulla comunità.
Questo ed altro ancora per dire che il pomeriggio di festa in casa Fiamme Gialle, andato in scena mercoledì dalle 17 in poi presso gli Impianti Sportivi del III Nucleo Atleti in riva al lago di Paola di Sabaudia, è stato un qualcosa che ha lasciato il segno.
Insieme al Personale della Caserma, alle famiglie e agli amici dei tesserati gialloverdi, è stata festeggiata la Sezione Giovanile di Canoa che, quest'anno, è stata capace di vincere la classifica nazionale a punti del circuito Canoagiovani.
Nella fase finale disputata a Caldonazzo in provincia di Trento dal 30 agosto al 1 settembre, i baby canoisti allenati da Stefano Pacchiarini e Alessandro Mastracci, hanno sbaragliato il campo di regata e la concorrenza conquistando 22 medaglie, 10 d'oro, 8 d'argento e 4 di bronzo, ottenendo, così, punti preziosi per la classifica finale.
Dopo oltre 8 anni le Fiamme Gialle sono tornate sul tetto d'Italia e lo hanno fatto totalizzando la bellezza di 3338 punti contro i 3025 della Canoa San Giorgio seconda classificata.