Latina-Ladispoli 4-0
Latina 4-4-2: Alonzi; Sanna (21'st Iorio Forestero), Del Duca, Thiago, Nelson; Mastrone (44'st Del Prete), Begliuti (24'st Barberini), Garufi, Corsetti; Cunzi (44'st Sanseverino), Cardella. A disp: Ciulla, Esposito, Fontana. All: Maurizi.
Academy Ladispoli 4-4-2: Salvato; Antonangeli (32'st Santoro), Gallitano, Giannetti, DeAngelis (11'st Del Signore); De Fato (16'st Salvato), Tollardo, D'Aguanno (5'st Mucilli), Zucchi (4'st Di Grazia); Di Mario, Fagioli. A disp: Loioli, Manzari, Amorosino, Galluzzo.. All: Zeoli.
Arbitro: Zanotti di Rimini Assistenti: Signorelli e Cozza di Paola
Reti: 26'pt Sanna, 3' e 28' st Cunzi, 45' Cardella.
ammoniti Sanna, Cardella, Barerini, Corsetti.
La classe non si allena: c'è o non c'è. La mentalità vincente, invece, può arrivare attraverso quell'autostima di cui, forse, questo Latina ha bisogno. Per carità, ieri i nerazzurri non hanno battuto il Real Madrid, con tutto il rispetto per il Ladispoli, oseremo dire il contrario, ma il successo rotondo conseguito al Francioni (4-0) è un qualcosa che potrebbe, lo sperano in molti, dare il via ad un finale di girone di andata positivo e, soprattutto, ricco di punti. I primi tre, importanti dopo il capitombolo con il Trastevere, sono arrivati al termine di una gara dominata dal Latina e, se vogliamo, anche ben giocata dalla formazione di Maurizi, finalmente a proprio agio e desiderosa di giocare al calcio come, probabilmente, è in grado di fare. Ieri il Latina lo ha fatto per larghi tratti, anche bene, approfittando, forse, della pochezza tecnica dei "bianchi" di Zeoli, ma anche del fatto che chiamarsi Latina non è proprio un caso, tutt'altro.