Il libro di Antonio Scarsella e Mauro D'Arcangeli: "Viaggi nell'Agro Pontino. Vita, vitis, vinum", al centro del nuovo appuntamento della rassegna letteraria on-line Il Maggio dei libri. Gli autori, oggi, 4 giugno, alle ore 16.30, presenteranno la loro opera sulle pagine Face Book degli organizzatori della manifestazione:

Compagnia dei Lepini, Associazione Futura, Oltreconfine, Cittadinanza attiva Sermoneta, Etymos e Oltreconfine. Il testo, ben interpretando lo spirito della rassegna, che coniuga cultura e luoghi, racconta il territorio pontino con uno sguardo particolare, scrutando quei fili che uniscono il tempo, lo spazio e la storia. Il romanzo prende le mosse dal sito archeologico di Satricum dove due docenti universitari di storia, iniziano il loro viaggio nell'Agro Pontino. Il filo conduttore del loro percorso è il vino, secolare linfa vitale di queste terre che lo producevano già duemila anni fa e, ancora oggi, importante elemento identitario.

Il vino nel testo diventa il pretesto per sublimare il rapporto dell'essere umano con l'ambiente, un legame ancestrale quello tra uomo e natura in cui il vino diventa simbolo di appartenenza, radicamento e trasformazione. Al termine del racconto, sono riportati frammenti di diari di alcuni illustri viaggiatori in terra pontina tra il ‘700 e l'‘800, e anche una "mappatura" dei vitigni, dei vini antichi e di quelli che ancora oggi vivono nelle Cantine della Provincia, un' utile guida per gli appassionati del nettare degli Dei.