Un incontro fra "Nettunesi doc" per ricordare chi ha passato tutta la vita a cantare e a scrivere poesie sulla bellezza e le tradizioni della città. È questo quanto avverrà oggi pomeriggio, primo agosto 2017, in piazza Segneri, nel Borgo medievale, per ricordare Gianni Capobianco, la storica "Voce di Nettuno" nel suo luogo di nascita e dove, dall'anno scorso, campeggia una lapide in sua memoria. A promuoverlo sono il gruppo Facebook "Nettuno, semplicemente…", il comitato "Amici di Gianni Capobianco" e l'associazione "Nettuno olim Antium": l'evento prenderà il via alle 19 e non mancheranno momenti particolari. Tra le altre cose, la lettura delle strofe in dialetto tratte dal libro "Grammatica e Cultura del dialetto nettunese" scritto da Gianni Capobianco, il concorso "Il dolce nella tradizione nettunese" e l'assaggio di Ratafia. Primo premio: una copia del libro di Gianni Capobianco.
Infine, non mancherà la musica con Cristiano Capobianco, uno dei figli di Gianni, Bruno Laurenzi e la fisarmonica di Gino Colaceci.