Le modalità di accesso e le eventuali prescrizioni da rispettare in virtù dell'emergenza Coronavirus non sono ancora note, ma la certezza è arrivata nelle scorse ore grazie agli atti comunali: la spiaggia di Torre Astura, a Nettuno, riaprirà i battenti a partire dal mese di luglio.

Nei giorni scorsi, infatti, come di consueto l'ente nettunese ha pagato il canone demaniale di 2.880 euro per poter usufruire dell'area interna al Poligono militare nei mesi di luglio, agosto e settembre.

La spiaggia incontaminata al confine tra Nettuno e Latina, considerata la più bella del Lazio, dovrebbe essere fruibile ogni giorno dal primo luglio al 31 agosto, mentre a settembre dovrebbe essere aperta ogni fine settimana. Chiaramente, la certezza arriverà nelle prossime ore, unitamente alle regole per l'ingresso all'area.

"L'amministrazione comunale - si legge nella determina di approvazione della convenzione con l'Uttat - intende soddisfare, a fronte delle innumerevoli richieste da parte dei cittadini, l'esigenza alla libera e gratuita fruizione degli spazi demaniali e del mare situati in località Torre Astura".

Ora, dunque, non resta che attendere.