Nove nuovi casi di positività al Covid-19, con uno solo riferibile alla struttura di Roma, zona Pisana, finita al centro di un focolaio importante alcuni giorni fa.

Sono questi i dati relativi all'emergenza Coronavirus nel Lazio. «Il caso riferibile alla struttura di Roma - si legge nella nota - è una infermiera dipendente della struttura. Nella Asl di Viterbo è stato individuato un infermiere positivo grazie ai test sierologici effettuati sul personale e questo dimostra l'importanza del lavoro svolto per testare, tracciare e trattare. Un caso positivo nella Asl Roma 6 ha richiesto l'attivazione del tracing internazionale, si tratta di un ragazzo tornato dal Messico".

«Questa mattina ho visitato, accompagnato dal Direttore generale della Asl Roma 1, Angelo Tanese - ha affermato l'assessore alla Sanità del Lazio, Alessio D'Amato -, il Covid Center del San Filippo Neri che chiude dopo 85 giorni di attività. Qui è stato fatto un lavoro straordinario e voglio ringraziare tutti gli operatori e i professionisti. Dobbiamo essere orgogliosi del nostro sistema sanitario regionale che ha saputo intervenire con tempestività e grande professionalità».

Chiaramente, nel Lazio proseguono le attività per i test sierologici sugli operatori sanitari e le forze dell'ordine.

In più, nelle ultime ore ci sono stati quattro decessi, mentre 14 persone sono guarite, raggiungendo un totale complessivo di 6.181, ossia oltre sei volte il numero degli attuali positivi.