Europa Verde Aprilia chiede la detassazione dell'Iva sull'acquisto di prodotti igienici femminili (assorbenti, assorbenti interni e coppette mestruali). Perciò il movimento chiede all'amministrazione Terra di aderire all'iniziativa nazionale portata avanti da diversi Comuni (come Firenze, Pontassieve e Fucecchio), che hanno abolito l'Iva nelle farmacie comunali su questi prodotti. «Non è solo una questione femminile ma è una questione di civiltà. i prodotti igienici femminili - dice Sara Samperi, co portavoce di Aprilia Verde - non sono considerati un bene di prima necessità, tassati quindi con l'aliquota al 22%. Il ciclo mestruale è quindi considerato un ‘lusso', con un costo considerevole, che va a pesare sul bilancio familiare, soprattutto in un periodo come questo. Diventa perciò necessario compiere delle piccole grandi azioni come eliminare l'Iva sui prodotti igienici femminili nelle farmacie comunali, sia per un aspetto economico e sociale che di civiltà: un piccolo ma significativo passo per una vera parità di genere».