Il Comune di Aprilia attiva delle azioni per migliorare la comunicazione con le persone sorde attraverso un'app per segnalare gli incidenti stradali in città e dei corsi di formazione sulla lingua dei segni per i vigili urbani e altri dipendenti comunali. Questa mattina in aula comunale è stato infatti siglato il protocollo d'intesa tra l'amministrazione e l'associazione emergenza sordi Asp, un accordo che mira a sviluppare una comunicazione "inclusiva" per migliorare le relazioni con i non udenti. Da oggi tramite l'App Municipium sarà infatti possibile comunicare anche in situazioni emergenziali, tramite l'applicazione si potranno fare delle segnalazioni e chiedere un intervento degli agenti in caso di incidente stradale. "Scrivendo direttamente all'App - ha spiegato il comandante della polizia locale, Massimo Giannantonio - arriverà un mail alla centrale operativa del comando di viale Europa, così l'addetto una volta letta potrà smistarla al collega per l'intervento". Inoltre nelle prossime settimane saranno avviati dei corsi sulla lingua dei segni per i dipendenti comunali, in modo da sapere come relazionarsi sia sugli incidenti stradali che negli uffici comunali aperti al pubblico.

Alla conferenza stampa, oltre al comandante Giannantonio, hanno partecipato il sindaco Antonio Terra, l'assessore alle Politiche Sociali Francesca Barbaliscia, il presidente del Consiglio comunale Pasquale De Maio, il presidente dell'associazione emergenza Sordi Luca Rotondi e un referente della società Maggioli (che gestisce l'app).  Lo scopo dell'intesa è finalizzato: alla valorizzazione della gestione emergenziale specifica per le persone sorde, dal punto di vista morale ed etico verso una maggiore attenzione alle fasce deboli come ottica di sviluppo, ricucitura ed arricchimento culturale e sociale; alla formazione del personale della Polizia Locale del Comune di Aprilia per un miglior approccio con i sordi, con l'obiettivo di facilitare e ridurre i tempi di intervento. "Appena ricevuto questa proposta - ha detto il presidente del Consiglio comunale, Pasquale De Maio - ci siamo subito attivati per metterla in pratica, anzi da parte della nostra amministrazione c'è la volontà di comprendere le esigenze della comunità dei sordi. Siamo disponibili ad incontrarvi insieme all'assessore Barbaliscia anche una volta al mese per capire come aiutarvi"