Si è conclusa, a Nettuno, la gara per l'affidamento degli impianti sportivi comunali. In particolare, delle sette strutture originariamente inserite nel bando, soltanto quattro sono state assegnate in gestione a due società della zona.
Nello specifico, l'Asd "Don Pino Puglisi" Nettuno II e l'Asd "Nettuno Ginnastica Judo il Busen" si sono divise la posta in palio e si occuperanno di due strutture sportive ciascuna.
Sicuramente, l'affidamento maggiormente eclatante riguarda il Bocciodromo del Loricina: ad aggiudicarselo è stata la seconda associazione sportiva citata, da diversi decenni impegnata nel mondo della ginnastica artistica, anche a livello nazionale. Di conseguenza, la sua originaria funzione di campo da bocce cittadino dovrebbe finire nel giro di poco tempo, divenendo a tutti gli effetti una nuova palestra. La stessa associazione "Busen" si è aggiudicata la gestione dei campi da tennis di via Scipione Borghese: in questo caso, difficile capire cosa intenderanno fare dall'associazione. Soltanto il tempo - e gli atti consegnati al Comune - potranno dirci cosa accadrà. Va evidenziato, in questa sede, che fatta eccezione per la palestra A del Palazzetto dello Sport - per la quale non è arrivata alcuna offerta, ndr - tutte le strutture potevano essere richieste anche proponendo un diverso utilizzo rispetto alla loro funzione originaria.
Tornando alle assegnazioni, invece, va rilevato che la "Don Pino Puglisi" ha incassato la gestione del campo da calcio di San Giacomo, in via Romana Antica - ossia l'ormai famoso impianto sportivo sovrastato dai cavi dell'alta tensione, ndr -, e del campo da baseball attiguo alla scuola Media "Andrea Sacchi", in via Canducci.