Utilizzare dei residui di mutui - risalenti anche a trenta anni fa - per completare alcune opere pubbliche. È questa l'intenzione della Giunta comunale di Prossedi che, guidata dal sindaco Angelo Pincivero, ha approvato dei progetti esecutivi e le relative richieste di utilizzo dei fondi alla Cassa Depositi e Prestiti. In particolare, con oltre 15mila euro relativi a mutui contratti fra il 1987 e il 1992 per la realizzazione di reti idriche e fognarie, l'ente vuole finanziare il progetto "Opere igienico sanitarie - isola ecologica località Recchielle - realizzazione rete fognante e impianto trattamento acque prima pioggia". In più, con oltre 18mila euro provenienti dai residui di due mutui contratti nel 2001 per impianti di depurazione e opere igieniche, la Giunta vuole completare l'impianto elettrico delle lampade votive poste nel cimitero di Prossedi.