Nel giorno dell'otto marzo all'Itc "Bianchini" si è parlato di donne ma anche di scienza. In particolare, in concomitanza con la data d'avvio al mese delle "Stem" (Science, Technology, Engineering and Mathematics), la scuola ha voluto ospitare un evento organizzato dalla Fidapa di Terracina, coinvolgendo le classi interessate all'attività di alternanza scuola lavoro, per parlare di una grande donna, naturalista e botanica di Terracina: Elisabetta Fiorini. Lo ha fatto con la professoressa Marina Mobilio, autrice di "Una vita tra le piante", libro sulla Fiorini. La Mobilio ha risposto ad alcune domande, svelando tanti aspetti della scienziata nata a Terracina alla fine del diciottesimo secolo, dunque in un'epoca in cui era quasi impossibile sottrarsi alla condizione di subalternità: «Le donne ancora oggi non si sono affermate come dovrebbero», ha spiegato Mobilio. «Fidapa sta lavorando molto su questo. Elisabetta nonostante fosse stata una contessa, era una persona semplice, di una forza di volontà e intelligenza straordinarie. Non ha mai potuto laurearsi, ma nell'ambiente scientifico del suo tempo era molto ascoltata». E ancora, «si interessò alla botanica per caso, proprio a Terracina, dove ritornava di frequente in vacanza con il padre. L'amore per le piante deriva dalle passeggiate che faceva con il padre. La sua formazione di studiosa di botanica ebbe inizio grazie alle lezioni di un botanico di professione». Infine, un passaggio sui suoi rapporti con Terracina: «Nacque a Terracina dove visse fino ai dieci anni. Poi fu costretta, a causa dell'occupazione francese, a trasferirsi a Roma. A circa 20 anni trascorreva il suo tempo sia a Roma che a Terracina, ma anche nel resto dell'Italia». Elisabetta Fiorini, nella sua difficile vita, fu devota più di ogni cosa alla scienza. Studiò moltissime discipline, restò però soprattutto una profonda conoscitrice delle piante, svettando tra i grandi botanici. «Molti furono i riconoscimenti che le tributarono gli illustri "colleghi" e amici: C. Montagne le dedicò il genere Mazzantia, F. Parlatore quello di Fiorinia, G. De Notaris la sua opera sui Muschi delle Alpi Lombarde» si legge sull'Enciclopedia delle donne, che menziona il libro più completo fino ad ora scritto su Elisabetta Fiorini, quello appunto di Marina Mobilio, "Una vita tra le piante- Biografia della botanica Elisabetta Fiorini" - Ed. Pensieri e Parole - Terracina, 2012, frutto di due anni di ricerche in Archivi, Biblioteche, Istituti Universitari di Terracina, Roma, Napoli, Firenze, Padova.