C'è una data per l'inaugurazione del nuovo ospedale dei Castelli Romani. Il polo sanitario di via Nettunense - che formalmente si trova nel territorio di Ariccia, ma sarà un punto di riferimento per tanti centri dei Castelli e anche per Ardea, Pomezia e Aprilia - sarà aperto a ridosso del Santo Natale.

Il taglio del nastro, infatti, avverrà il 18 dicembre prossimo. Ad annunciare l'evento, durante una visita avvenuta martedì, il presidente dell'Ordine dei Medici di Roma Antonio Magi, il suo vice Pierluigi Bartoletti e il direttore generale della Asl Roma 6, Narciso Mostarda. «I cittadini dei Castelli, ma anche del litorale sud romano avranno un bel regalo di Natale - ha spiegato Magi -: la struttura è stata costruita in modo accurato, è modernissima, ha ampi spazi per i pazienti ed è dotata di tecnologie d'avanguardia. Ci sono tutte le premesse perché possa offrire un'assistenza ospedaliera di altissimo livello in un ambiente confortevole e funzionale».

Tra l'altro, la Asl sta dando vita a una serie di appuntamenti per la formazione del personale. In questo contesto, spiccano gli incontri con due personaggi di grande valore, ossia lo chef Antonello Colonna (il 14 settembre) e il contrabbassista Maurizio Turriziani (il 21 settembre). «Dalle loro storie - hanno spiegato da Albano - gli operatori potranno attingere risorse morali e simboliche di vitale importanza, soprattutto in un momento di grande cambiamento per l'azienda e per il territorio, come l'apertura del nuovo ospedale dei Castelli». «Spesso l'esperienza del cambiamento è accompagnata da sentimenti di paura e straniamento, come se il prevedere elementi che esulano dell'assetto tradizionale creasse allarme e ostilità verso il nuovo. Tuttavia, un cambiamento compiuto con successo apre alla meraviglia di fronte all'opera realizzata e dispone cuori e sentimenti a nuovi possibili percorsi» è stato invece il commento del dg Mostarda.