Tra le decine di immobili situati nel Comune di Aprilia e che nei prossimi mesi finiranno all'asta, solo una minima parte riguarda immobili commerciali o capannoni industriali, mentre spicca il numero di appartamenti espropriati a causa di un debito insoluto. Un dato che contribuisce a dimostrare come una congiuntura economica difficile finisca per travolgere soprattutto le famiglie. Numerose quelle che perde casa per colpa di un debito, con una maggiore concentrazione nei quartieri popolari (come la zona 167 Toscanini) o quartieri periferici come La Gogna e Fossignano.
Per quanto riguarda gli immobili commerciali invece, la maggiore concentrazione riguarda il centro storico, segno di una crisi che attraversa le attività storiche e che negli ultimi dieci anni ha deciso una modifica sostanziale delle attività di vendita. L'elevato numero di aste giudiziarie che riguarda il territorio è anche lo specchio dell'andamento economico, trattandosi di una attività processuale attraverso la quale il giudice dispone la vendita forzata di un immobili a causa di fallimenti o debiti insoluti da parte di chi subisce la procedura: lo scopo è infatti quello di recuperare liquidità con cui pagare i creditori – spesso le banche nel caso in cui riguardi i privati.