Nel corso della mattinata di oggi, a Praia a Mare, in Calabria, l'assessore alle Politiche del territorio di Anzio, Gianluca Mazzi, ha ritirato dalle mani del professor Italo Farnetani - presidente del Comitato tecnico sciuentifico dei Pediatri italiani - la Bandiera Verde, ossia il vessillo che caratterizza le città con le spiagge a misura di bambino.

Si tratta di un riconoscimento che Anzio ha ottenuto per il quarto anno consecutivo.

«E' stato un vero onore - afferma l'assessore Mazzi - rappresentare la città di Anzio in un evento di questa portata. Ringrazio il sindaco De Angelis e il vice sindaco con delega all'Ambiente, Danilo Fontana, per la loro fiducia. Alla quattordicesima Bandiera Blu si aggiunge, ufficialmente oggi, la quarta Bandiera Verde, per le spiagge a misura di bambino, secondo i parametri dell'acqua pulita, dei fondali bassi, della presenza dei giochi, di aree a disposizione dei bambini, di locali, gelaterie e ristoranti nelle vicinanze delle spiagge. Anzio è una città turistica in crescita, ricca di eccellenze che stiamo valorizzando. La Bandiera Verde è una di queste eccellenze, che rendono unico il nostro territorio a sud della Capitale».

Questo, invece, il commento del sindaco, Candido De Angelis: «E' una certificazione importante per la nostra città, che segue la conquista della Bandiera Blu, le ordinanze plastic-free e no-smoke, gli eventi di AnzioestateBlu2019, l'imminente apertura dell'Ufficio del Turista, la campagna di comunicazione sul brand Anzio e tutta una serie di importanti opere pubbliche che, grazie al lavoro della Giunta, dei consiglieri comunali  e degli uffici, abbiamo messo in campo per dare risposte nei quartieri del nostro territorio».