Chi tace acconsente. Il modo di dire sembra calzare a pennello in questo caso. La Provincia di Latina, infatti, a un mese dalla presa d'atto della conclusione positiva della conferenza dei servizi indetta per il progetto presentato dalla società "Vambat srl", e non avendo ricevuto ulteriori pareri e osservazioni in materia da parte di altre istituzioni, ha rilasciato l'autorizzazione unica ambientale (Aua) - pubblicata oggi sul proprio albo pretorio - e dunque il via libera per l'impianto di trattamento e recupero delle batterie al piombo esauste e di scarto, e loro parti, così come gli accumulatori contenenti batterie, che potranno essere stoccati in un sito a Borgo San Donato, nel territorio di Sabaudia, per la precisione lungo la Migliara 46.
Qui verranno utilizzati dalla "Vambat Srl" 800 metri quadrati complessivi, di cui 460 coperti e 340 scoperti, per lo stoccaggio di 2.950 tonnellate all'anno finalizzato al successivo smaltimento delle batterie - che sono classificate come rifiuti pericolosi - di cui, però, si occuperà un'azienda terza specializzata nel settore.