Milano conferma la sua leadership e vince per il secondo anno consecutivo la Qualità della vita 2019, la graduatoria del Sole 24 Ore giunta alla trentesima edizione e pubblicata oggi sul quotidiano e sul sito. L'ultima classificata, quest'anno, è Caltanissetta. La provincia di Latina conquista tre posizioni rispetto al 2018, piazzandosi al 69esimo posto. La Qualità della vita 2019 è una versione extra large della tradizionale indagine del quotidiano sul benessere nei territori, su base provinciale: rispetto all'anno scorso, infatti, il numero di indicatori è aumentato da 42 a 90, divisi in sei macro aree tematiche che indagano altrettante componenti dello star bene. Le classifiche di tappa sono: "Ricchezza e consumi", "Affari e lavoro", "Ambiente e servizi", "Demografia e società", "Giustizia e sicurezza", "Cultura e tempo libero".

La graduatoria del Sole 24 Ore è stata divisa in tappe. La provincia di Latina nella classifica su ricchezza e consumi si piazza 81esima, in discesa rispetto allo scorso anno. Nella seconda tappa, quella relativa ad Affari e Lavoro, la provincia pontina sale fino al 65esimo posto, trainata dai numeri delle esportazioni. Nella terza tappa, quella su Ambiente e Servizi, la provincia sprofonda in classifica fino al 98esimo posto. La quarta tappa è quella di Demografia e società: in questa, Latina, si piazza al 15esimo posto. Segnale di una buona crescita demografica. Nella graduatoria Giustizia e sicurezza, Latina è 75esima. Per Cultura e tempo libero, Latina si piazza al 69esimo posto.