Più personale per le polizie locali così da avere maggiore controllo sulle strade cittadine e provinciali. Il deputato Europeo della Lega Matteo Adinolfi indica la strada del potenziamento dei corpi dei vigili urbani come quella principale da seguire per aumentare la sicurezza nelle città. L'europarlamentare prende le mosse da due premesse: le linee guida dell'Unione europea per limitare le vittime sulle strade e la cerimonia di Valvisciolo per le celebrazioni del Santo Patrono della polizia locale, San Sebastiano.
«È stato per me un grande onore partecipare presso l'Abbazia di Valvisciolo, alla celebrazione di San Sebastiano. Un momento importante per tutti gli agenti municipali che ogni giorno, nonostante la cronica carenza degli organici nella maggior parte dei 33 comuni della nostra provincia, sono impegnati con dedizione e profondo senso del dovere a tutela dell'ordine pubblico e della sicurezza stradale.
Proprio in merito alla sicurezza sulle strade - prosegue Adinolfi - recentemente l'Ue ha approvato a Strasburgo la Direttiva 1936/19 per la sicurezza sulle strade. Un documento che partendo dall'obiettivo ambizioso della precedente direttiva 96/08 sulla gestione della sicurezza sulle infrastrutture stradali che fissava entro il 2020 il dimezzamento delle vittime della strada rispetto al 2010, fissa nel prossimo decennio la necessità di ridurre del 50% il numero di feriti gravi sulle strade. Un traguardo da raggiungere anche con un rafforzamento degli organici della Polizia Municipale dei tanti comuni che denunciano purtroppo, in questa provincia, come nel resto del nostro Paese una cronica mancanza di personale e di mezzi. Rafforzare gli organici dei corpi di Polizia Municipale dei tanti comuni della nostra provincia poi, oltre a garantire una maggior sicurezza e un maggior controllo sulle strade del territorio, dove sono sem pre presenti purtroppo comportamenti che mettono a rischio l'incolumità degli automobilisti e dei pedoni, avrebbe anche l'effetto di sgravare Polizia e Carabinieri e Guardia di Finanza di tanti interventi sul luogo di incidenti stradali che sottraggono purtroppo risorse preziose al controllo del territorio».
Il deputato europeo della Lega conclude ricordando come «sarebbe infatti compito della Polizia locale rilevare gli incidenti stradali anche di notte ma, non essendovi personale sufficiente, soprattutto nel turno serale devono intervenire Carabinieri e Polizia sottraendo personale che potrebbe invece essere impiegato per contrastare eventi delittuosi e criminali». Per Adinolfi la scelta deve essere fatta da tutte le amministrazioni locali della provincia pontina.