Richiesta di un Consiglio comunale ad hoc per il rinnovo della composizione delle commissioni consiliari di Pontinia. E' quella che è stata protocollata ieri, e presentata al presidente del Consiglio Eligio Tobolillo e per conoscenza al segretario generale Patrizia Cinquanta, dai consiglieri comunali Simone Coco, Alfonso Donnarumma, Giuseppe Mochi, Paolo Torelli e Daniela Lauretti. Una richiesta che "bolliva in pentola" da tempo e che adesso si è materializzata ufficialmente per uscire da una sorta di "impasse" politica in cui sembra essere caduta la classe politica della città. «Chiediamo la convocazione di un Consiglio Comunale al fine di poter rinnovare la composizione delle commissioni consiliari - si legge nella richiesta protocollata -, organi previsti dal nostro Statuto e propedeutiche ai lavori del Consiglio nonché fondamentali per un sano confronto e dibattito democratico, nonché politico, sui temi giuridici, tecnici, economici, sociali e culturali della nostra città». Ad entrare nello specifico della richiesta è stato Simone Coco, il quale è andato dritto al punto: «Ritengo che le commissioni consiliari, ancor più del Consiglio comunale, siano il luogo deputato per una vera dialettica tra maggioranza ed opposizione. Per questo non si può attendere oltre per ripristinarle, a partire dalla commissione trasparenza. Mi auguro che si possa tornare a lavorare per il bene della città».