Si sono uniti, hanno fatto gruppo e il motivo è sempre lo stesso: il bene comune, il bene dei propri clienti e di tutta quanta la cittadinanza. Stavolta è toccato ai mobilifici di Latina, uniti per cercare di arginare l'espandersi del Coronavirus. La decisione, nonostante il DPCM di due giorni fa non lo avesse espressamente richiesto, è quella di restare chiusi, tutti quanti, indifferentemente, onde evitare contatti con il pubblico. Insomma, così come fatto da ristoratori e gran parte dei negozianti, anche i tanti negozi di mobili e arredamento della città hanno deciso di restare a casa e aspettare che tutto questo sia passato.