"Oggi è la Domenica delle Palme. Proprio in questo giorno di festa Osvaldo farà il suo ultimo viaggio di ritorno da solo. Io lo accoglierò al cimitero, da solo, come sindaco, anche a rappresentare tutti voi e manifestare simbolicamente il dolore che l'intera Artena prova per questa morte prematura".
È questo il messaggio inviato poco fa dal sindaco di Artena, Felicetto Angelini, che ha reso nota la sua presenza al rito funebre in programma al cimitero per tumulare Osvaldo Romolo, il fornaio di Contrada Macere la cui vita è stata stroncata dal Coronavirus. Era stato proprio il sindaco, ieri mattina, a rendere noto il suo decesso attraverso un post su Facebook.
"Tutti noi possiamo partecipare insieme a questo dolore, stasera alle 21, esponendo davanti alle porte o alle finestre o sui terrazzi delle nostre case una candela o un lumino, per dimostrare che l'intera comunità artenese si stringe intorno alla moglie e ai loro piccoli e a tutti i familiari di Osvaldo in un fortissimo e solidale abbraccio.
Sono certo di poter contare su ognuno di voi".