Resistenza a incaricato di pubblico servizio, danneggiamento aggravato e interruzione di servizio di pubblica necessità: queste le accuse con cui il 1 gennaio, a Formia, i carabinieri della locale Compagnia hanno arrestato una persona, colta in flagranza di reato.

Il provvedimento è stato adottato dai militari della Stazione, del reparto Radio Mobile e della Tenenza di Gaeta, per le condotte illecite poste in essere nel pomeriggio del 1 gennaio all'ospedale di Formia, ai danni della stessa struttura e del personale sanitario in servizio.

L'arrestato, un 25enne di Minturno, armato di una spranga di ferro, ha minacciato e tentato di aggredire il personale medico dove lui stesso era stato trasportato poco prima, dopo essere stato trovato in stato di agitazione psicomotoria. Il giovane ha danneggiato l'area dedicata ai pazienti affetti da Covid-19, rendendola inutilizzabile fino al futuro intervento di manutenzione. Sono decine le persone che hanno assistito alla scena folle, fuggendo dal pronto soccorso per paura di essere aggredite.

Al termine delle attività di rito, l'arrestato è stato condotto presso la casa circondariale di Lanciano (CH), così come disposto dall'autorità giudiziaria di Cassino. Il 25enne è stato recentemente autore di aggressione ai danni di un carabiniere, durante un intervento su richiesta del genitore, vittima di continue minacce e aggressioni da parte del figlio. Allora il 25enne fu arrestato e l'autorità applicò l'obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.