E' stato ferito in modo grave al torace da un colpo d'arma da fuoco Gustavo Bardellino, 42 anni di Formia. Il colpo sarebbe partito da una pistola di piccolo calibro. L'episodio si è verificato intorno alle 19 nel piazzale interno della concessionaria di auto «Buonerba» in via Ponteritto, una traversa dell'Appia e sulla dinamica e le circostanze specifiche stanno indagando i carabinieri di Formia. L'uomo è stato soccorso e trasportato al vicino ospedale Dono Svizzero dove l'equipe medica del dottor Vincenzo Viola lo ha sottoposto ad un delicato intervento chirurgico per estrarre il proiettile dal torace, vicino al polmone. Le sue condizioni sono gravi ma non è in pericolo di vita. I

n queste ore, però, si sta cercando di capire quale sia il movente del ferimento e se ci sono testimoni o se abbiano funzionato le videocamere interne della rivendita di auto dove Gustavo Bardellino lavora come addetto alle vendite. E' il timore di un agguato o di uno scontro di livello più alto ad aver avvolto questa vicenda della massima preoccupazione dal primo momento. Gustavo Bardellino è il figlio di Silvio, uno dei fratelli di Antonio Bardellino, fondatore del clan dei casalesi. Un ramo della famiglia che si è trasferito nel sud della provincia di Latina negli anni Ottanta quando è cominciata la guerra per la successione ai vertici dell'organizzazione, poi vinta da Francesco Schiavone Sandokan.

Sparatoria a Formia, questa sera, in via Ponteritto, nei pressi di una concessionaria d'auto. Un uomo di 42 anni che lavora presso il rivenditore di auto, Gustavo Bardellino, è rimasto ferito. E' stato operato d'urgenza all'ospedale Dono Svizzero di Formia. 

L'equipe chirurgica coordinata dal primario Vincenzo Viola ha estratto un proiettile dal torace vicino al polmone. L'intervento è durato circa un'ora. Non è in pericolo di vita ma è sotto stretta osservazione dei sanitari del nosocomio formiano.

Sull'accaduto stanno indagando i carabinieri di Formia. Ancora ignoti i motivi degli spari. 

di: La Redazione