Investito e ucciso da un'auto pirata. E' questa la tragica morte che è stata registrata alle 4.30 di stamattina - 22 luglio 2017 - a Sezze, nel tratto urbano della 156 dei Monti Lepini, che nella zona dello Scalo diventa via Campania.

In particolare, all'altezza del chilometro 44 della Regionale, un 19enne originario della Guinea Conakry e in Italia con un regolare permesso, stava tornando in bicicletta da Latina e, improvvisamente, è stato falciato da un'auto che, anziché fermarsi, si è data alla fuga.

Ad accorgersi della morte del giovane bracciante agricolo è stato un suo amico, che sempre in bicicletta si trovava un chilometro dietro a lui: vedendo la bici con la ruota piegata dall'urto con un'auto, lo straniero si è messo a cercare l'amico, trovandolo privo di sensi in un fosso.

A quel punto, l'uomo ha chiamato il 112, coi carabinieri della Stazione di Sezze e del Norm di Latina che sono subito intervenuti, contattando anche il personale sanitario che ha poi constatato il decesso.

Il corpo del ragazzo è ora a disposizione della Procura di Latina, mentre i carabinieri stanno indagando per ricostruire la dinamica e rintracciare l'autore dell'investimento mortale.