La Lega contro l'Europa e isolata nel Parlamento Ue? «Solo una narrazione di chi vuole metterci in cattiva luce». Matteo Adinolfi, deputato europeo del Carroccio, commenta così l'ultima settimana trascorsa tra Bruxelle e Strasburgo, culminata con il maxi stanziamento economico in favore dei paesi colpiti dal maltempo lo scorso anno. Una decisione che permetterà alla regione Lazio di portare a casa oltre 16 milioni di euro, gran parte dei quali destinati all'area pontina.
««Sono fiero di aver approvato con il voto di mercoledì in aula a Strasburgo lo sblocco del fondo di solidarietà dell'Unione Europea e lo stanziamento di 277,2 milioni di euro a favore dell'Italia. Una scelta che dimostra che quando l'Europa e i suoi organismi lavorano a favore dei cittadini e dei popoli e non per garantire le lobby e le multinazionali, la Lega è sempre pronta a dire sì ai singoli provvedimenti che incontrano l'interesse nazionale», afferma il deputato europeo del Carroccio. Lo stanziamento è importante anche se non potrà coprire l'intero ammontare dei danni. Che sono molto maggiori, come spiega lo stesso Adinolfi: «Purtroppo il tragico bilancio dell'autunno del 2018, ha visto quasi tutte le regioni italiane da nord a sud colpite da fenomeni meteorologici estremi che, anche nel Lazio e nelle province di Latina e Frosinone hanno causato vittime, frane, alluvioni e la caduta di alberi. Fenomeni meteorologici così gravi che in tutto il nostro Paese hanno causato 34 decessi e la scomparsa di una persona proprio in provincia di Latina con la voragine apertasi sulla Pontina. Le autorità italiane hanno stimato i danni di quei mesi in circa 6,6 miliardi di euro. Questo accertamento dei danni è stato confermato dai rapporti della mappatura rapida di Copernicus e dalla banca dati dello European Severe Storms Laboratory (laboratorio europeo delle tempeste violente). L'importo totale dell'aiuto concesso di 277,2 milioni di euro è quindi solo una goccia nel mare dei danni subiti dal nostro Paese e dai nostri territori».
Secondo Adinolfi, paesi come l'Italia «che ogni anno versano fiumidi euro a Bruxelles ricevendone indietro molti meno, devono essere sostenuti attivamente dall'Unione Europea. Per questo mercoledì abbiamo votato a favore dello stanziamento di risorse per i danni causati lo scorso autunno dal maltempo in gran parte d'Italia, tra cui il Lazio e le province di Latina e Frosinone: non è abbastanza, ma è comunque qualcosa. Meglio tardi che mai! Da parte nostra vigileremo perché le Regioni e gli enti interessati eroghino questi fondi in maniera giusta e solidale».
Il deputato europeo non perde di vista però gli scenari locali ed è pronto a battersi per il futuro del capoluogo. «Qui deve tornare a governare il centrodestra. Dobbiamo fermare i danni che sta arrecando alla città l'amministrazione di sinistra di Damiano Coletta. Ora con l'accordo che stringerà col Pd sapremo perfettamente qual è la squadra da battere. E la Lega sarà in prima fila».