Pozzuoli-Scauri 66-79 (18-23; 13-19; 20-19; 15-18)
Virtus Bava Pozzuoli: Tessitore 6, Carrichiello 11, Dimarco 7, Bini 16, Conforto, Caresta ne, Longobardi N. 4, Thiam 18, Mehmedoviq 4, Mangiapia ne, Denadic ne, Di Domenico ne. Coach:. Serpico.
Basket Scauri: Richotti 9, Longobardi A. 21, Granata 3, Melchiorri 5, Milisavljevic 2, Gallo 3, Ciman 3, Laguzzi 21, Moretti 12, Scampone ne, Policari ne. Coach: Fabbri.
Arbitri: Lillo di Brindisi e Acella di Corato.
Note: Tiri da 2: Pozzuoli 18/32 – Scauri 20/36. Tiri da 3: Pozzuoli 7/19 – Scauri 8/24. Tiri liberi: Pozzuoli 9/18 – Scauri 15/17. Rimbalzi: Pozzuoli 32 (Carrichiello 10) – Scauri 30 (Laguzzi 11). Usciti per 5 falli: Laguzzi.
Il Basket Scauri espugna il campo del Pozzuoli e consolida la propria posizione nella zona play-off. Al di là del punteggio che ha confermato la superiorità degli uomini di coach Fabbri, i flegrei, rinforzati dall'arrivo del senegalese Thiam, hanno cercato di imporre il proprio gioco, ma con risultati negativi. I pontini si sono presentati a Pozzuoli privi di casoni, il quale, venerdì sera, in seguito ad un accordo consensuale, si è trasferito a Siena (girone A), dove ha pure esordito. Protagonisti della gara giocata in anticipo sono stati un Richotti illuminante (nove gli assist forniti), Longobardi e Laguzzi, entrambi con la mano calda; il quintetto del presidente Roberto Di Cola ha sempre condotto il match, tranne che ad inizio gara quando una tripla di Di Marco ha consentito ai locali di rispondere al canestro da due siglato in avvio dal solito Longobardi. Poi i delfini sono di nuovo passati in vantaggio e ci sono rimasti sino al termine della gara. Il primo quarto vedeva i biancazzurri arrivare anche ad un +8 (11-19), ma i campani rientravano in partita nella prima metà del secondo periodo, quando si portavano a -1 (25-26). Il match va avanti in pieno equilibrio sino a due minuti dal riposo lungo. Infatti lo Scauri trovava i punti di Laguzzi da sotto e una tripla di Gallo che chiudevano la gara a metà partita sul 31-42. Nel terzo parziale gli ospiti spingevano ancora sull'acceleratore e al 24' si portavano a +17 (36-53). La gara sembrava chiusa, ma Pozzuoli reagiva e con un parziale di 15-8, alla mezzora, fissava il punteggio sul 51-61.
Uno scarto che diminuiva ancora nei primissimi minuti dell'ultima frazione di gioco, tanto da ridursi a +6 (57-63) ,ma i delfini cambiavano di nuovo passo e chiudevano il match che li ha consacrati tra le big del girone D di serie B.