Sulle orme di Davide Tizzano, pronto a lasciare il mondo del canottaggio nel 1989, dopo aver conquistato due ori olimpici e altrettanti mondiali, e dedicarsi alla Coppa America di vela del 1992 con il Moro di Venezia, operando da grinder di prua.
Parliamo del nostro Romano Battisti, figlio di una terra montana e, nel caso specifico, lepina, ma legato all'acqua, di lago o mare non fa differenza, come nessun altro. A Cagliari, al varo di Luna Rossa, c'era anche lui, supportato a dovere dal Generale Vincenzo Parrinello, Comandante del Gruppo Polisportivo Fiamme Gialle e da Enzo Di Capua, Comandante del IV Nucleo Atleti di Gaeta. Sembrerebbero a prima vista due mondi distanti e diversi quello del canottaggio e della vela di Coppa America, eppure il nostro Romano Battisti, medaglia d'argento ai Giochi di Londra in coppia con l'altra Fiamma Gialla Alessio Sartori, non è il primo tra gli atleti di vertice a fare il grande salto dal canottaggio alla vela per essere un componente dell'equipaggio di Luna Rossa, già in preparazione alla prossima sfida della prestigiosa Coppa delle cento ghinee, che comincerà nel marzo del 2021. In effetti le sue non comuni qualità atletiche, maturate in anni di lavoro in seno alle Fiamme Gialle del remo di Sabaudia, sono valse quale elemento indispensabile per la convocazione e integrazione nell'equipaggio in formazione. Anche le Fiamme Gialle della Vela di Gaeta guardano con interesse questo nuovo inserimento, anche in proiezione ai Giochi Olimpici di Parigi 2024, edizione in cui faranno il loro esordio altre classi come già annunciato dalla Federazione Internazionale.
«Sono davvero felice che un nostro grande atleta faccia parte dell'equipaggio di Luna Rossa - ha commentato Parrinello - A Romano mi lega il ricordo di una medaglia olimpica straordinaria, conquistata contro tutto e tutti, con un lavoro di squadra che non ha eguali. Una medaglia ottenuta con i sacrifici e la determinazione degli atleti innanzitutto e di una squadra, le Fiamme Gialle, che li ha supportati materialmente e moralmente in una avventura straordinaria. Mi auguro che anche in questa esperienza Romano possa raccogliere il successo che merita: buon vento Luna Rossa».